Il mango

Questo frutto esotico dal profumo dolce e una succosa polpa gialla gode di una crescente popolarità in Europa. In tutto il mondo ne esistono svariate tipologie differenti, alcune delle quali possono diventare anche grandi come meloni. 

La sottile differenza

Cercate manghi molto sodi, in cui la buccia verde e gialla presenti una sfumatura rossa. Un mango maturo si riconosce dal suo intenso aroma fruttato. Ne esistono molte qualità. Il Kent ha un sapore dolce e delicato, il Keith ha poche fibre ed è aromatico. Non scegliete frutti molli o con botte evidenti. 

Come conservarli

Come conservarli

I manghi Dole vengono raccolti quando non sono ancora del tutto maturi. Successivamente vengono importati su navi con container frigoriferi in Europa, dove arrivano prima di aver raggiunto la maturazione completa. I manghi acerbi sono duri e non cedono alla leggera pressione delle dita. A temperatura ambiente maturano perfettamente nell'arco di 5 giorni. I frutti maturi possono essere conservati fino a 3 giorni nel cassetto per frutta e verdura del frigorifero.

La preparazione

La polpa del frutto è deliziosa e succosa, ma staccarla dal nocciolo è piuttosto difficile. Lavate il frutto e cercate di trattenerlo per l'estremità del picciolo. Praticate 4 incisioni nella buccia (quarti) e sbucciatelo come una banana. Successivamente tagliatelo con un coltello affilato lungo il nocciolo, che dovreste quindi essere in grado di togliere.

Quando si trovano

no no no no no no no no no no no no
genn febbr mar apr magg giugno luglio ag sett ott nov dic

E da dove vengono?

Brasile, Perù

Mango

Dati nutrizionali

valori medi per 100 g*
valore energetico 60,5 kcal
proteine 0,6 g
carboidrati 14,3 g
di cui zuccheri 14,0 g
grassi 0,2 g
di cui saturi 0,1 g
colesterolo 0,0 mg
fibre 2,1 g
sodio 2,0 mg
vitamina C 35,9 mg
betacarotene 1787,0 µg
vitamina B9 32,5 µg
calcio 15,0 mg
magnesio 9,0 mg
ferro 0,7 mg
*Valori medi in base al Ministero dell'agricoltura USA e Ciqual. e Ciqual